Tatuaggio anti-depressione, questa ragazza la sconfigge così

I'm fine Save me

I’m fine                                   Save me

L’idea è stata di Bekah Miles, una giovane statunitense dell’Oregon, con problemi di depressione. Il tatuaggio per lottare contro la depressione, è una scritta con un doppio significato strettamente collegato alla sua terribile malattia. Guardato frontalmente recita: “I’m fine” (Sto bene). Ma non è tutto, perché dalla prospettiva della ragazza, si legge “Save me” (Salvami).

Bekah per spiegare la scelta del suo gesto ha pubblicato un post sulla sua pagina Facebook, ricordando che molte delle persone che sembrano felici in realtà potrebbero vivere una battaglia con se stessi, proprio come lei e poi, sono un ottimo spunto per la conversazione.

Annunci

Chi sono? Tatuaggi ideali

Sono Emanuele Carloncelli, uno studente o meglio un futuro studente dell’Accademia delle Belle Arti. La mia passione, il mio sogno e (speriamo) il mio futuro lavoro riguarda i tatuaggi e tutto quello che ci ruota intorno! Ora penserete che sono un ragazzo coperto di tatuaggi, dalla  punta dell’alluce ai capelli.. E invece no! Vi state sbagliando, sono pulito pulito come mamma mi ha fatto.

La spiegazione è semplice. Ci sono due modi di arrivare al tatuaggio: o lo fai  senza pensieri,  gettandoti sotto l’ago sulla scia di un impulso o di una emozione, magari in stato di semicoscienza, oppure ci pensi… Ci pensi… Ci pensi…Questo sono io (la tipologia del pensatore, per intenderci). Il tatuaggio è una scelta definitiva e in questi tempi, in cui sembra sempre facile tornare indietro sui propri passi,  in cui non c’è niente che dura nel tempo, rappresenta una decisione ricca di significato e degna di meditazione. Quindi si medita sulla riuscita del tatuaggio:

Quale è il punto migliore del corpo?

Deve essere visibile o no?

Quale disegno mi rappresenta maggiormente?

E chi è il tatuatore migliore?

Altro aspetto da non trascurare: the money, el dinero, l’argent. Se il tatuaggio che vuoi fare non è 2 metri per 2, non è che ci voglia tanto per racimolare il denaro, il problema è che nella vita intercorrono continuamente eventi che vanno a prosciugare le magre finanze di uno studente medio (feste, vacanze, multe, regali alla fidanzata). Per  questo sono ricorso ad un metodo tradizionale e, per quanto ne so, infallibile: il barattolo ermetico!

Nel barattolo che potete ammirare qua sotto ci sono i soldi per il tatuaggio. Il barattolo è ermeticamente chiuso e NON si tocca, dovesse pregarvi in ginocchio papa Francesco in persona.

Tattoo money

Money of tattoo